alcuni libri curati
(e molto amati)



Nulla appare invano
Roberta De Monticelli
La memoria amputata
Werewere Liking
Il vento di Kabul
Tiziana Ferrario
A me non dava fastidio il maestrale/mi davi fastidio tu Barbara Settembrini
Come una lumaca quando piove Valeria Poggi Longostrevi
Il cuore e la farfalla
Dario Tiengo
Lo rifarei! Camila Raznovich
Il mito dell’amore fatale Enrichetta Buchli
Sigmund Freud e le sue donne Appignanesi/Forrester
Note in tacco 12 x diversamente socievoli Elvira Marasco Sarabanda Claudio Giacchino
La Rinuncia Marcello Montanaro
Vola Controvento!
Gian Luca Teppati
Quante volte di muore
(Tebe nel deserto)

Antonietta Foltieri
Il ladro di vite altrui
La cura della vergogna
Marilù Manzini

un libro
che prende forma
è una musica che cerca e trova
gli accordi giusti, la sua armonia

per chi l’ha scritto
questa ricerca e il suo compimento
sono sempre essenziali
è un percorso ad alta tensione
intellettuale ed emotiva

come editor
non prescindo mai da questo dato certo

ogni libro che curo è un viaggio con il suo autore
tra quelle pagine e dentro la vita
solo così si trova la musica giusta
e la casa editrice disposta ad ascoltarla
(se ancora non c’è)

dunque
non sono un editor buono per tutte le stagioni
(per la Bruno Vespa season non avrei gli abiti adatti)

ma funziono come una magia

per autori

che desiderano un confronto serio, non sbrigativo,

pienamente condiviso

per le case editrici

quando hanno tra le mani pagine scomposte
ma valide, quando non basta una semplice operazione
di editing, quando serve una valutazione editoriale
‘fuori dal mucchio’ sui testi da pubblicare

come editor ho lavorato in Baldini Castoldi Dalai editore e Hachette
oggi sono free-lance per diverse case editrici su testi di narrativa e saggistica
lavoro con i singoli autori per portare a compimento la loro opera
compongo testi per aziende che vogliono sperimentare la wordmusic
conduco percorsi di scrittura autobiografica seguendo il mio metodo thebooktherapist.